mercoledì 9 maggio 2012

Reboot DC: New 52 (prima parte)



Parte in Italia il reboot new 52!
Questo blog, per essere in linea con tutta l’iniziativa del reboot italico, verrà pubblicato in edizione regular, variant e ultravariant.

Dunque dunque, Lion affronta il reboot DC con 6 spillati, ovvero:
  • Batman con Batman, Detective Comics, Nightwing
  • Lanterna Verde con Green Lantern, Green Lantern Corps, Green Lantern: New Guardians
  • Superman con Action Comics, Superman, Supergirl
  • JLA con Justice League, Justice League International, The Savage Hawkman
  • Wonder Woman con Wonder Woman, Freccia Verde, Firestorm
  • Flash con Flash, Aquaman, Captain Atom
  • Giovani Titani con giovani Titani, Superboy, Legion Lost
Quasi tutto il resto delle testate finirà su TP con 4 storie.
Visto che non ho ancora letto tutti gli albi, al momento parlerò solo di quello che ho letto. Strano ma vero, non ho cominciato con i pezzi grossi, quali Batman o Lanterna Verde.

ALBO CONTENENTE JUSTICE LEAGUE, JUSTICE LEAGUE INTERNATIONAL E SAVAGE HAWKMAN
Justice League: il duo Geoff Jhons e Jim Lee non delude. Storia ambientata 5 anni prima rispetto tutte le altre testate, mostra l’incontro tra Batman e Lanterna Verde. Il susseguirsi degli eventi costringe i due eroi di andare alla ricerca di superman, essere ancora sconosciuto e di cui non si è sicuri se è umano o meno. Storia stupenda e di cui ho già letto qualche numero. Devo essere sincero: con il passare dei numeri l’intensità cala un po’ e i disegni di Jim Lee non sono sempre il top, però il tutto rimane godibile e al di sopra la media.
Justice League International: ai testi abbiamo Dan Jurgens e alle matite Aaron Lopresti. L’ONU decide di creare il proprio supergruppo e, affida il comando a Booster Gold. Gli altri componenti del gruppo sono Giaccio, Vixen, Fuoco, Rocket Red, Augusto General Armatura, Godiva. La Lanterna Verde Guy Gardner, la momento rifiuta di partecipare. Con l’inserimento di Batman, sospettoso che i vertici politici dell’ONU non vogliono utilizzare la Justice League International per fini benefici, partono per il Perù alla ricerca di alcuni geologi dispersi. Bella storia, non vedo l’ora di leggere il secondo numero.
The Savage Hawkman: personaggio che non ho mai amato, e Tony Daniel, che è uno scrittore capace, è riuscito a convincermi. Ai disegni abbiamo Phil Tan. A dirla tutta, avrei preferito Hawkman su TP e al posto suo avrei messo la Justice League Dark, creando cosi un mensile tutto JL.

ALBO CONTENENTE WONDER WOMAN, FRECCIA VERDE, FIRESTORM
Wonder Woman: storia bella, interessante, coinvolgente. Azzarello e una garanzia e anche i disegni di Chiang non sono male. La storia mostra una Wonder Woman molto epica, che deve salvare una ragazza che porta in grembo il figlio di Zeus. Ho letto i primi 3 numeri usa e devo dire che la storia prenderà veramente piede. Consigliatissima!!
Freccia verde: personalmente gli arcieri non mi sono mai stati simpatici, ne quello del mondo DC né quello del mondo Marvel. Per me solo Robin Hood può fare l’arciere, e questo Robin Hood:

non Kevin Kostner.
La storia è scritta da Jurgens ed io, da buon fan di Jurgens, mi accingo a dare una possibilità a questo personaggio che non amo. Il numero uno mostra Oliver Quinn combattere tre supercriminali, che vengono prontamente liberati da un supergruppo che vuole vendicarsi di Freccia Verde. Storia positiva, che mi ha quasi convinto. Leggeremo il numero due per una migliore valutazione.
The Fury of Firestorm: Gail Simone a me piace, scrive bene. I disegni di Van Sciver/Cinar non sono male. Nel settimanale 52 la storia di Firestorm era molto godibile e questa testata era per me una delle cose più interessanti di tutto il reboot. In questo numero dei terroristi cercano di recuperare dei cilindri affidati a diverse persone da parte del dottor Stein. Assisteremo alla nascita di qualcosa di nuovo. Molto bello, anche qui rimango in attesa per il futuro.

ALBO CONTENENTE FLASH, AQUAMAN, CAPTAIN ATOM
Flash: il duo Manapul-Bucellato è fantastico. Ho già letto alcuni numeri in inglese. Storia spettacolare, frizzante, veloce, dinamica. Un applauso alla DC per aver dato a questo team un personaggio che io ritengo importantissimo. Flash sgomina un attacco terroristico. A terra rimane un terrorista che, tolta , la maschera, Barry Allen scopre che era un suo amico. Da sottolineare la figura di Iris West, giornalista che conosce Barry e che lo contatta per avere informazioni riguardo gli articoli. Quindi matrimonio annullato dal reboot.
Aquaman: anche qui ho già letto i primi numeri. Jhons è una garanzia, quello che tocca trasforma in oro. Ai disegni abbiamo Ivan Reis, ed è fantastico come riesce a caratterizzare tutti i personaggi. Aquaman decide di ritornare sulla terra staccandosi da Atlantide per riscoprire se stesso. Forse la testata più bella di tutto il new 52!
Captain Atom: personaggio che non ho mai seguito tanto, questa dovrebbe essere la prima volta in Italia che appare la sua serie. Storia non bellissima dove si vede il protagonista perdere il controllo dei suoi poteri. Rimango in attesa per il futuro in eventuali miglioramenti.


CONSIDERAZIONI (PARTE 1)
Cosa mi è piaciuto: belle copertine, belli i redazionali. Segnalo che i redazionali non sono simili per tutti i numeri, ma credo che la motivazione sia legata al numero di pagine dei fumetti, visto che in genere i numeri 1 possono avere una fogliazione superiore allo standard. Però gli articoli dove vengono scritte le orgini dei personaggi sono fatte bene. Bravi i redattori! Inoltre, e questa cosa mi è veramente piaciuta, c’è il nuovo logo DC! Infatti quando sono usciti i numeri 1 in usa non era ancora nato il nuovo logo. Qui invece lo hanno già messo, ottimo!
infine, ma forse è la cosa più importante, bene le traduzioni, ho fatto alcuni confronti, soprattutto con Wonder Woman e Aquaman, molto bene! Anzi devo dire che su WW, c'è una parola che viene interrotta su una vignetta per essere ripresa su quella dopo da un altro personaggio. In italiano rende perfino di più che in inglese! Traduttori promossi a pieni voti.
Cosa non mi è piaciuto: di sicuro il lettering: ho trovato diversi errori. Particolare è il volume di Wonder Woman, dove trovi la storia dell’amazzone d i Firestorm con le lettere I con il puntino sopra, la storia di Freccia Verde presenta la I senza puntino. Insomma, decidetevi di creare uno standard uguale per tutto. La carta a volte ha delle sbavature di colore, da migliorare. Male, molto male per gli errori di prezzo errato sulle copertine di Wonder Woman. Cose del genere non si possono sbagliare.

[TO BE CONTINUED...]

Nessun commento:

Posta un commento