lunedì 11 marzo 2013

Milking the Goatmachine @ Gala Hala Ljubljana

Oh bene! Pensavate di esservi liberato di me visto la pochezza di post fatti quest'anno? e invece no miei cari (e pochi) lettori, c i sono ancora. Solo che in questo periodo, per un motivo o per l'altro, non sono riuscito a seguire molto questo mio piccolo blog. Le idee (sceme) ci sono, non preoccupatevi, era tutto il resto che mi mancava.
Ma veniamo a noi e vediamo di entrare nel clou di oggi. Che cosa facciamo? facciamo che facciamo una piccola recensione dell'ultimo show a cui ho partecipato. FINALMENTE, dopo averli persi per ben due volte di fila, sono riuscito a vedere i miei dolci adorati Milking The Goatmachine, le caprette tedesche che da un paio di anni e un paio di dischi ci stanno deliziando con il loro death grind!
Lo show si è tenuto nella bella città di Lubiana il 2 marzo, nelle ex caserme militari che ora sono diventate centro ricreativo Metelkova, posto molto suggestivo e frequentato.


Ad aprire lo show ci hanno pensato gli sloveni Vasectomy. giovani, bravi, senza bassista (???) e soprattutto con un nome, in mezzo a band che fanno a gara ad averlo più schifoso, che arriva quasi in testa alla mia personale classifica di nomi volgari per una band death. Spero che almeno non cerchino di superare con le copertine dei loro dischi i Waco Jesus, perché se no saremo mal messi. Non conoscete le belle copertine dei Waco Jesus? Bhe io sinceramente qui non le metto, perciò andate su Google, mettete "immagini" e scrivete "waco jesus cover album", auguri!
La band, ripeto, è giovane, però i ragazzi suonano molto bene (come gran parte delle band slovene di tutti i generi del resto) e, nonostante non sia un amante del death oltranzista, il loro mix di Cannibal Corpse misto a passaggi di chitarra trash bay area con qualche parte hardcore old school mi ha fatto passare con piacere la loro mezzoretta di live.

Vasectomy
Cambio palco veloce ed ecco un'altra band slovena, tali Mephistophelian. che dire di loro... capacità tecnica mostruosa, veramente bravi, tecnici, veloci però cavolo, non puoi cantare il 90% del tempo in pig scream! Ok essere fan dei Dyng fetus, però per me siete troppo pesanti cari Mephistophelian... Ad onore della cronaca, e per correttezza nei loro confronti, devo dire, però, che la band riceve molti consensi da parte del pubblico.
Mephistophelian

Infine ecco la band per cui ho tanto atteso, ecco le nostre caprette, Milking the Goatmachine! Show che inizia subito veloce, la band non si risparmia e... sì ragazzi, le hanno fatte tutte! Volevate Ding Dong? Fatta, Bingo Bongo? Fatta, More Humor Than Humans? Fatta, Surf to Goatragua? Fatta! 35-40 minuti di puro godimento e divertimento, dove la band non si è per niente risparmiata.

 Milking the Goatmachine


 Milking the Goatmachine
 Milking the Goatmachine


Milking the Goatmachine


Grande applauso poi a Goatleeb Udder, batterista cantante che riesce perfettamente a gestire il pubblico presentando canzoni, suonando e, facendo sketch. Ho visto altre band con batterista cantante (un esempio fra tutti Atreyu, anche se di cantanti ne hanno due) ma non ho mai avuto l'occasione di vedere un batterista che, per la sua naturale posizione (in fondo la palco) riusciva a gestire bene così la situazione di batterista e headliner del gruppo.
Bravi Milking the Goatmachine!
Se avete occasione, andate a vedere questa band, magari in un piccolo club, che è la loro dimensione ideale, infatti un palco troppo grande li renderebbe troppo dispersivi.
Vi saluto con la mia canzone preferita, quella con cui li ho scoperti, ovvero la cover dei Sacred Reich Surf to Nicaragua... pardon, Surf to Goatragua.


Nessun commento:

Posta un commento