domenica 26 maggio 2013

Emmure's accident

Oggi, con un bel po' di ritardo, vi parlo dei Emmure.


La band, durante il loro ultimo tour in Europa, ha suonato anche in Russia. Si sa, la Russia è un grande paese, e con grandi mancanze di sicurezza. Se no quello che è successo al singer degli Emmure, Frankie Palmieri, non sarebbe successo. Praticamente gli sono arrivati 200 Volt nel culo. Vero vero, 200 Volt (nel culo metaforicamente).
Guradate qua il video!


Si ok, può succedere (boh, se lo dite voi) però qui non voglio parlare di sicurezza, leggi 626 russe varie ecc.
Io vi voglio parlare di quanto mi stanno simpatici gli Emmure. Gli ho visti crescere, nel vero senso della parola!
La prima volta che gli ho visti è stato nel 2009. Si trovavano in tour come seconda band assieme Caliban (bleah! -scusate ma dovevo scriverlo-), Sucide Silence, Maroon e After the Burial. Quella volta erano al loro terzo disco "Felony", ed era la prima volta (se non erro) che venivano in Europa. li vedevi ancora un po' grezzi, però c'era talento. Il disco suonava abbastanza bene, con il loro metalcore con forti influenze nu metal.

Il talento cominciai a vederlo poi con il disco del 2010 con "Speaker of the Dead" anche se c'erano ancora delle incertezze.

Ho avuto comunque piacere di rivederli nel 2011 all' Imperial Never Say Die Tour, terza band prima dei Parkway Drive e Bleeding Through. Il loro live fu molto intenso e bello, e io avevo ancora più simpatia per loro! nel 2012 esce poi la loro ultima fatica, "Slave to the Game",

e devo dire che qui la maturazione è completa, ottimo disco e relativo tour in Europa come headliner, con tanto di sfortunato evento in Russia.
sperando che non sia successo nulla a Palmeri e che abbia già recuperato (non ho avuto notizie che sia morto, quindi credo di sì), concludo dicendo forza Emmure, che poi siete gli unici che parlano nei testi di Street Fighter e di fumetti Marvel!

Nessun commento:

Posta un commento