mercoledì 17 luglio 2013

Burzum: arrested!

Alla fine non poteva stare buono, ne ero sicuro. Il nostro caro Varg Vikernes, per gli amici Burzum, dopo circa 4 anni di libertà, è finito di nuovo nei guai nella giustizia.
 

Stavolta però non centra la polizia norvegese, ma quella francese. Infatti il nostro “anti eroe”, assieme alla moglie, è stato arrestato in Francia dove vive da qualche tempo con quest’ultima e i tre figli.

Il motivo? Stava progettando una strage e, a far scattare l’arresto, è stato l’acquisto (legale) da parte della moglie di 4 fucili presso un club di tiro.

Vikernes, come è noto a tutti, è stato condannato nel 1994, per l’omicidio di Øystein "Euronymous" Aarseth a 21 anni (poi ridotti) di carcere. Da segnalare anche il suo tentativo di fuga dalla galera durante un permesso di visita alla madre nel 2003. Voleva scappare dalla Norvegia in Finlandia per poi andare a Roma a uccidere il Papa, evitando così un “golpe cristiano”.
Segnalo anche che Burzum è una delle 350 persone che ha ricevuto da Anders Breivik, l'autore della strage di Utoya nel 2011, il “manifesto razzista” prima di partire per il massacro. Manifesto tra l’altro contestato da Burzum in quanto nella strage sono morti molti norvegesi innocenti.

Certo che ce ne sono di pazzi nel mondo.
 
 

Nessun commento:

Posta un commento