mercoledì 11 settembre 2013

Guardiani della Galassia - Panini Comics

Con l’annuncio del film Marvel “Guardians of Galaxy”, era sicuro che ci sarebbe stato un “focus on” sui Guardiani della Galassia tramite un nuovo fumetto.
 
 
 
L’evento (che di “evento” ha ben poco) Marvel Now propone quindi un nuovo fumetto sui Guardiani della Galassia. Nuovi autori e nuovi storie.
Quindi, grazie al duo Abnett & Lanning, autori di ottimi cicli quali “Annihilation”, “Annihilation Conquest”, “War of Kings”, “Realm of Kings”, “L’Ordine di Thanos” (recuperabili su Marvel Crossover 44÷75) e, benvenuti a due pesi massimi, ai testi Brian Bendis e ai disegni Steve Mc Niven. Se di Bendis non sono stato mai un grande fan (di tutto quello che ha fatto per Marvel, a me è piaciuta solo –e in parte- la run “Vendicatori Divisi”), sono contentissimo nel rivedere McNiven, disegnatore che ho apprezzato tantissimi su Civil War.

Il formato del fumetto è spillato e presenta due storie, per un totale di 48 pagine di fumetto a 2.9 euro. Direi una qualità-prezzo buona, dove non si pagano 3,3 euro per avere una storia buona e due comprimari scadenti, cosa che in casa Marvel ormai si rischia spesso di trovare.
 
 

Quindi, oltre ai già citati Guardian of Galaxy, avremo anche Nova (by Loeb & McGuinness).



I Guardiani della Galassia, ovviamente, visto che i film “comandano” i fumetti, saranno composti dai 5 personaggi che faranno parte della trasposizione cinematografica: Star-Lord/Peter Quill, Gamora, Drax il Distruttore, Rocket Racoon e Groot. Mancherà Dragoluna e, di questo mi spiace un po’, ma più avanti penso verrà inserita.
La prima storia mostra le origini di Peter Quill, l’arrivo sulla terra di suo padre (un alieno Spartoi) e l’incontro con sua madre. Il tutto è visto come un flashback di un racconto di Quill ad Iron Man, che sarà una presenza quasi fissa nelle saghe cosmiche, giusto giusto per attivare qualche altro nuovo fan.
La seconda storia invece presenta l’origine del nuovo Nova, personaggio che riprende un po’ le origini delle Lanterne Verdi di casa Dc. Il nuovo Nova, se non erro, al momento è stato visto solo sulle pagine iniziali di Avengers Vs X-Men. Quindi sappiamo ancora ben poco di lui.
Divertente il piccolo Easter Egg inserito dagli autori, ovvero il preside della scuola è uguale uguale Mr. Strickland, preside della scuola di Marty Mcfly, protagonista del film “Ritorno al Futuro”.
Il formato del fumetto è spillato e presenta due storie, per un totale di 48 pagine di fumetto a 2.9 euro. Direi una qualità-prezzo buona, dove non si pagano 3,3 euro per avere una storia buona e due comprimari scadenti, cosa che in casa Marvel ormai si rischia spesso di trovare.

La lettura di queste storie la reputo positiva, il fumetto sembra interessante e vedrò di proseguire ad acquistare questa nuova serie. Mi spiace solo per il poco coraggio della Marvel, perché non creare un gruppo cosmico simile all’Authority di Warren Ellis? Perché non creare un gruppo così potente (e why not, violento) che possa affrontare Dei, pianeti che vogliono distruggere le razze che li abitano, demoni, mondi parallalei ecc? perché fermarsi ai soliti alieni cattivi o a sequenze e trame che fanno riferimento alla fantascienza stile Star Wars? Ah si è vero, in casa Marvel comandano i film, e il fumetto deve correre dietro a quanto viene messo nei film. Peccato, veramente un peccato.

Nessun commento:

Posta un commento