sabato 14 settembre 2013

Recensione: Deez Nuts "Bout It!"

Questo disco me lo sono perso. Nonostante sia uscito il 1 aprile 2013, ho avuto occasione solo ora occasione di ascoltare “Bout It!”, il nuovo disco di Deez Nuts.

 

Deez Nuts, per l’anagrafe JJ Peters, è l’ex batterista dei ri-formati I Killed The Prom Queen. Nel 2007, quando il combo australiano si sciolse, il buon Peters diede vita al suo progetto solista Deez Nuts.
JJ Peters
 
La musica proposta è l’esatta unione tra i Madball, l’hip hop in generale e i Beastie Boys in salsa punk-Hc, quelli che fecero uscire quel bellissimo Ep che è “Aglio e Olio”, un misto di Hc anni 80 e rap.
Il primo passo di Deez Nuts nei panni di cantanti, fu l’EP “Rep Your Hood”, che ai tempi apprezzai molto. Nel 2008 uscì poi “Stay True”, album che rese Deez Nuts famoso a livello mondiale. Il successivo album “This One’s For You”, non mi è piaque molto. Affronto quindi questo “Bout It!” con qualche dubbio, come suonerà? Sarà la conferma che “Stay True” è e sarà l’unico disco da consigliare agli amici? Oppure Deez Nuts presenterà qualcosa di buono?
Bene, sono felicissimo di dire che “Bout It!” è stupendo, perfino superiore a “Stay True”. Fin dai primi secondi vieni immerso in questo calderone rapcore, un universo di chitarre hardcore, un canto rap aggressivo, veloce, che non si perde in quei odiosi interludi skit, ma facendo aumentare l’intensità con cori tipici dell’hardcore New York.

 
 
Personalmente non ho mai ascoltato un disco di questo genere così intenso, veloce, cattivo, che trasmette tutto lo stile della band.
Quindi stappatevi una birra, accendetevi un sigaro ed immergetevi in questo party hardcore, lasciatevi sconvolgere dall’opener “Bout It”, dal singolone “Shot After Shot”;


per poi passare al trittico “Not a face in the Crowd”, “Keep On” e “Popular Demand” e poi via ancora con “Go Fuck Yourself”, i 13 secondi di “Call to Arms”, la devastante“Unfuckwithable”, “True Colors” ed altre ancora! 29 minuti di violenza, cori ed uno stile che pochi riescono a presentare.
Inoltre, se avete occasione, andate a vedere live il buon Deez Nuts. Io l’ho fatto e devo dire che tutto quello che viene trasmesso dal disco lo potete trovare anche live.

Nessun commento:

Posta un commento