lunedì 23 febbraio 2015

Concerti estivi

Cominciano a fioccare i nomi della band che parteciperanno ai festival europei estivi.
Ovviamente io mi concentrerò sui i due festival che ho praticamente in casa, vivendo a circa 60 km da Tolmin: Metaldays e Punk Rock Holiday.
La mia idea è di andare uno o due giorni al Metalcamp, in funzione di come sono suddivise le band day by day, e di partecipare al tutto il Punk Rock Holiday.

Il Metaldays (19-27 luglio 2015) quest’anno si presenta con un bill non indifferente.

In funzione di come saranno suddivise nelle varie giornate, sarebbe bello riuscire a vedere – rivedere:

Carcass: una band che non ha bisogno di presentazione, violenza grindcore che solo loro riescono ancora a portare avanti. E come non poter riascoltare live tutti i loro maggiori successi degli anni 90.
Carcass

Behemoth: il loro ultimo disco “The Satanist” è a dir poco fantastico. In più i Behemoth sono una band che non ho mai visto ma, a detta di molti, live non delude mai.
Behemot

Cannibal Corpse: vendere 2 milioni di dischi in 25 anni per una band così estrema non è cosa da poco. Band sublime, sia da cd che sul palco. Da vedere almeno una volta al mese.
Cannibal Corpse

Hatebreed: mai stato grande fan però tutti ne parlano bene. In più, essere una band con radici hardcore ma che riesce a suonare anche nei festival metal non è da poco.
Hatebreed

Arch Enemy: nel corso degli anni gli Arch Enemy hanno saputo creare una buona carriera e un buon nugolo di fan. La dipartita della vecchia cantante Angela Glossgow in funzione dell’ex The Agonist Alissa White-Gluz ha creato qualche (infondato ed inutile) malumore. Io rimango dell’idea che a una band del genere se è in bill, bisogna sempre darle una possibilità. Se poi, a metà show si vede che la resa è scarsa, allora si può andare a bere qualche birra.
Arch Enemy

Fear Factory: una delle mie band preferite degli anni 90, non posso tornare a vederli ogni volta che un’occasione. E l’occasione finora c’è stata una sola volta quindi, da rivedere ancora.
Fear Factory

Suicide Silence, Carnifex, The Black Dalya Murder e Unearth: li metto tutti assieme, in quanto di sicuro non riuscirò a vederli tutti. In ogni caso, queste sono tutte band che mi ispirano molto e di cui al momento metto al primo posto i Carnifex. Poi, se nei giorni in cui sarò al Metalcamp avrò occasione di vedere gli Unearth al posto loro, mi va bene lo stesso.
Carnifex

Mi cambia poco la vita, per mio mero gusto personale, gli Eluveitie, Sepultura (ormai sono oltre il concetto di frutta, sono arrivati alla grappa dopo il caffè) Death Angel e Moonspell.
Cosa? Ho dimenticato Dream Theater, Saxon ecc? Scusate ma, quelle band non fanno proprio per me



Passiamo ora al Punk Rock Holiday (4-7 agosto 2015).

Rispetto gli anni scorsi, il bill non si presenta così zeppo di band interessanti, considerando la rinnovata presenza di band che hanno fatto perfino più di uno show in 5 anni di festival. La cosa che più salta all'occhio è la quasi totale assenza di band Fat Records. Praticamente quest’anno la partecipazione di band californiane rasenta lo zero. Incredibile, se si pensa che, ad esempio, i Good Riddance saranno in tour.

Ma di sicuro io non mi lamento e il mio interesse andrà alla reunion dei Satanic Surfers e dei Beatsteaks, allo ska dei Less Than Jake e Mad Caddies.
Satanic Surfers

Bene, benissimo la presenza dei Death by Stereo, Misconduct, Madball e Born From Pain.
Madball

Grande curiosità per Against Me!, Adrenalized e Flatliners.

Nessun commento:

Posta un commento