giovedì 26 novembre 2015

Captain America: Civil War

Ieri è uscito il trailer ufficiale di Captain America 3: Civil War.


Parte l'atto di registrazione dei superumani. A differenza del fumetto, dove i vari supereroi dovevano dichiarare la propria identità, nel film, dove i personaggi non hanno identità segreta, devono comunicare le loro capacità.
c'è chi dice si (Iron Man) e chi dice no (Capitan America).

E voi? Con chi state?


Io, come nel fumetto, con Cap.

Hawkeye e gli acquisti futuri (miei) Marvel

Finalmente hai potuto leggere gli ultimi due capitoli della miniserie su Occhio di Falco / Hawkeye / Becco di Falco. Se ne parlava a suo tempo a queste coordinate.

Una miniserie divisa in 6 spillati. E che bella che è stata!


Visto il buon successo, Panini Comics ha già deciso di ristamparla in volumetto. Ovviamente, avendola in spillato, non la ricomprerò. Ma questo mi porta a come comportarmi in futuro: ho letto sempre molte cose su spillato e, solo negli 5-6 anni, mi sono un po’ convertirò avi volumi tp.
Per ovvi motivi economici ed etici (ho già le storie, che mi frega di averle in mille versioni), non prendo tp se ho già gli spillati.
Ma in futuro, per le miniserie che ritengo interessanti, punterò a questo.
Ormai Panini stampa tutti i suoi cicli più venduti (e quindi più belli) su tp. Quindi mi adeguerò a questo. Aspetterò che la serie esca, poi se fanno il volumetto ’acquisterò. Se no, amen, la recupereremo come arretrato o come usato.

A cosa si vedrà di puntare nel medio termine?
  • a Vedova Nera, attualmente proposta su Marvel Saga
  • ad Iron Fist, attualmente proposto su Marvel Tales

Black Widow Marvel Now

Iron Fist Marvel Now

E nel futuro:

  • a All New Hawkeye che finirà su Marvel Select

All New Hawkeye

In spillato acquisteremo solamente Spider Man (se mai deciderò di mollarlo, sarà meglio) e i mega eventi Marvel se, risultano interessanti.

Recensione: Secret Wars 0

E così hai letto anche tu il capitolo introduttivo di Secret Wars, pubblicato su Marvel Miniserie 163.
Questo numero 0, non è che spieghi molto: l’universo con Terra 616 (che ospita l’Universo Marvel così come lo consociamo) sta per collimare con quello di Terra 1610 che ospita l’Universo ultimate.


Nella prima storia, vediamo Valeria Richards, figlia di Mr fantastic e Susan Storm, attivarsi con la Fondazione Futuro per salvare il salvabile. Nel secondo capitolo, invece abbiamo un piccolo riassunto su gli Inumani e come molte persone hanno ricevuto super poteri grazie alle nebbie terrigene.
In supporto a questi due capitoli ci sono delle buone note in terza copertina che aiuteranno i lettori meno esperti a fare mente locale sul continuum temporale dei vari personaggi Marvel.
In appendice due piccoli capitoli perfettamente inutili, tratti dal Free Comic Book 2015.
Pareri? Nessuno, perchè in questo numero zero non succede nulla! Anzi, se una persona ha prestato attenzione ai vari rumors, probabilmente ha più informazioni di quante ti danno questo numero 0.
Vedremo come andrà avanti coni prossimi numeri, nella speranza che Hickman non faccia un mera e perfetta unione della prima Secret Wars (introdurre i personaggi Marvel più in voga del momento su un pianeta / ring chiamato Battleworld) e la stupenda Crisi sulle Terre Infinite della Dc Comics (gli universi paralleli che collimano uno sopra l’altro).
Intanto, tutti i siti italiani che parlano di comics hanno già detto che Secret Wars sarà un successo. Lo sarà veramente? Anche qui la risposta è “non lo so”. Unica cosa certa e che Panini Comics anche questa volta, ha saputo creare un’ottima attesa per un nuovo megavento. Peccato che, a guardarci indietro, molti di questi eventi presentavano storie deboli, nonostante le buone idee (Secret Invasion, Avengers Vs X-men) oppure neppure quelle (Dark Reign, Assedio).

lunedì 23 novembre 2015

Adam Wild chiude

E così arriva la triste notizia dopo i rumors della scorsa settimana.
Adam Wild, la penultima serie ad uscire mensile per Bonelli Editore, si concluderà con il numero 26.


Sul Facebook di Gianfranco Manfredi, autore della serie, il triste comunicato:

ADAM
Continuo a ricevere messaggi su Adam Wild, di cui vi ringrazio. Devo un chiarimento in sintesi: 1. Si concluderà con il n.26? Sì. 2. Vendeva troppo poco? Sì. Meno di tutte le mie serie precedenti. D'altro canto è oggi difficile fare paragoni con il passato ( se paragoniamo le vendite dei dischi e quelle dei libri tra i decenni passati e oggi, è un funerale) . Diciamo che attualmente la soglia di sicurezza per i fumetti Bonelli è sopra le ventimila copie mensili. Sotto, scatta l'allarme. Soglie molto più basse di quanto non accadesse in passato. 3. Potrebbe esserci un'inversione di tendenza? Dipende dai lettori. In altre serie è capitato che si sia bloccata la produzione e poi la si sia riaperta perché la serie è risalita uscendo dalla zona pericolo. I piani vanno fatti lo stesso, ma i giochi si possono sempre riaprire, se li riaprono i lettori. 4. Come sarà il 2016 di AW? Questo lo leggerete sulle anticipazioni del sito Bonelli per l'anno prossimo. Io posso solo dire: molto succoso. Tutti stanno dando il meglio. Per i disegnatori questa serie è stata ed è un trampolino. Nessuno la prende sottogamba.

Uno smacco di sicuro, per un editore, che negli ultimi anni preferiva lanciare miniserie piuttosto che serie pronta a continuare, vendite permettendo, all’infinito.
Invece in pochi anni hanno chiuso testate storiche come Mister No, quasi storiche come Dampyr e, nuovi progetti come Saguaro.

C’è da dire che, Bonelli è un Editore che:
  • fa pagare poco i propri fumetti per il numero di pagine proposte al mese (in media 3,3 euro per 98 pagine di fumetto);
  • crea personaggi con autori e disegnatori propri (che deve pagare a differenza di chi cura solo le traduzioni);
  • svolge un’attività di stampa cospicua in quanto vuole essere presente nelle edicole italiane (dove c’è il reso) a differenza delle fumetterie (dove non c’è).

 A fronte di questo, un fumetto deve vendere più di 20mila copie per rimanere nei suoi ranghi. Questo fu il motivo per cui anni fa di Magico Vento, chiuse. Il fumetto, nonostante la sua scomparsa, era molto apprezzato. Ancora oggi e, nonostante una ristampa parziale a colori da parte di Panini Comics, gli arretrati Bonelli della serie regolare sono molto ricercati nei mercatini dell’usato (notizia confermatami anche da dei gestori di fumetteria).
Spider Man, il fumetto più venduto dei comics Marvel e Dc in Italia, fa circa 14mila copie. Leggevo che Batman non arriva neanche a 7 mila… Fate un po’ voi le giuste proporzioni.(*)
Quindi anche Adam Wild non è riuscito a superare il fattore vendita.
E mi ripeto, è un peccato. Avevo preso i primi 4 numeri, successivamente ho avuto l’occasione di recuperare un’altra decina di numeri come usati. E l’idea era di continuare con l’acquisto dei numeri.
Proseguendo la storia da dove mi ero fermato, mi sono veramente appassionato al personaggio.
Ogni numero riporta delle ottime note che introducono alla storia, che spiegano attraverso riferimenti storici (la conquista del Kilimangiaro, la tratta degli schiavi, gli esploratori realmente esistiti), il perché il protagonista vivrà determinati momenti.


E’ vero, fa strano vedere una sorta di esploratore un po’ Zagor, un po’ Tex Willer in Africa. Non è propriamente invitante. Ma il tutto secondo me ci sta. E forse era questo, più che la debolezza (per me inesistente) delle storie, la sua sfortuna. Pochi hanno avuto il coraggio di provare a leggere un personaggio così particolare.
Se Saguaro era veramente un fumetto debole e troppo classico per i lettori di oggi, Adam Wild poteva farcela.
Purtroppo, la quota minimo 20mila copie ha colpito ancora.


(*) Questi dati di vendita sono solo a titolo di esempio e provengono dalle letture di vari blog e siti che ho fatto nel corso del tempo. Ora non ho voglia di andare a ricercare le fonti ecc. accettateli in buona fede.
Di sicuro il mio scopo NON è quello di parlare dell’argomento “Quante copie vende un editore? Perchè in America ci sono i dati “certi” di Diamond e qui no?”

martedì 17 novembre 2015

NoFx new song "It Ain't Lonely At The Bottom"

Fat Mike, catante dei NoFx, ha postato su Instagram il video di una nuova loro canzone, "It Ain't Lonely At The Bottom".

Qui il link

NoFx live

In effetti il loro ed omonimo ultimo disco è uscito nel 2012. Un eventuale disco nuovo potrebbe uscire nel primo semestre del 2016, quindi vuol dire che in estate potranno essere in Europa per alcuni show.

qui sotto show completo dei NoFx a Lubiana nell'agosto 2013.




Desert Sessions

Un po’ di tempo fa, per puro caso, mi imbattei in un articolo su Josh Homme.
Josh Homme
Non sono mai stato suo grande fan, come non ho mai amato band (sue) come i Kyuss e i Queen of the Stoneage; o cose similari come Mondo Generator, Eagles of Death Metal ecc.
Nei mie pensieri, oltre alla band sopracitate, mi venne in mente che Homme partecipò, verso la fine degli anni 90, al progetto Desert Sessions.

Le Desert Sessions sono un collettivo musicale che per un paio di anni ha realizzato session (raccolte poi in vari dischi). Partecipanti erano Josh Homme assieme ad altri musicisti, quali Nick Olivieri, Mark Lanegan, josh Freese, Chris Gross, Dave Catching e altri ancora.
Cosa richiamavano le Desert Sessions? Più che altro sono un assurdo immaginario che unisce le varie quali Kyuss, Soundgarden Monster Magnet, Mondo Generator ecc., ovvero le band da cui provenivano i membri delle sessions.
La particolarità di queste session era la location e che, doveva essere un’ottima musa ispiratrice: un ranch in mezzo al deserto della California. Vai lì, suoni a palla per 3-4 gironi, registri e pubblichi il tutto cosi come è.
E cosa ottieni? Certe cose belle, certe altre un po’ meno.
Io, che non sono un grande fan, apprezzo abbastanza le Desert Sessions vol 3-4.
Qua sotto link a youtube con sessions completa.

Le consiglio? Sì, provate un po’ ad ascoltare le varie sessions, perchè alcune cose sono meritevoli. Soprattutto se questo è detto da uno che non è un fan dello stoner, del noise e della psicadelia.
Desert Session Vol. 1-2


Desert Session Vol. 3-4


Desert Session Vol. 5-6


Desert Session Vol. 7-8


Desert Session Vol. 9-10

lunedì 16 novembre 2015

Metaldays 2016

Mentre si gioisce del "ritorno" del God of Metal con Kiss (ancora?? ma non li avete visti negli ultimi anni almeno 2-3 volte???) e Rammstein (bhe sì, loro mancano live da un po') ecco cosa ci comunica il Metaldays 2016 che si terrà come a solito a Tolmin in Slovenia.


Zebrahead + MxPx @ Gala Hala - Ljubljana

Venerdì scorso concerto immancabile in quel di Lubiana, ovvero gli MxPx e gli Zebrahead.


---Foto fatte? Qualche video? Si posso mettere qualcosa ma, tutto di qualità schifosa. Purtroppo ho dimenticato a casa la fotocamera e mi sono dovuto arrangiare con il telefono---

La prassi è sempre quella, ritrovo poco prima di ora di cena, un’oretta di mezza e strada e ti ritrovi a Lubiana all’ingresso del Metelkova, comprensorio di ex caserme dell’impero austriaco ora adibito ad attività concertistiche, artistiche ecc.
All’interno di questo ambiente c’è anche il Gala Hala, area concerti coperta dove ho visto diversi ed interessanti concerti.
Perle 22.00 circa iniziano gli MxPx, band che dal 200, ogni volta che viene in Europa, io riesco ad andare a vedere.
Mike Herrera & soci svolgono pienamente il loro lavoro, suonando ottime canzoni del loro repertorio, quali My Life Story”, “Tomorrow’s Another Day”, “Doing Time”, 



“Secret Weapon”, “Chick Magnet”, “Responsability e, chiudendo il tutto con la solita ”Punk Rawk Show”.
Bello show, ottima band anche se, dopo averli visti 5 o 6 volte,  possiamo dire che non c’era nulla di nuovo nel loro spettacolo. Ma a me questo non importa, la band mi piace molto, quindi la prossima volta che saranno in tour in Europa e se una loro data non sarà lontano da casa mia, io di sicuro torno a vederli.
MxPx

A seguire gli Zebrahead, reduci dalla pubblicazione dell’ottimo “Walk the Plank”. E’ sorprendete quanto gli Zebrahead, famosissimi in Giappone e negli USA, abbiano una notorietà inversamente proporzionale in Europa. C’è da dire che, il pubblico non era numerosissimo: per gli MxPx era la terza volta in 5 anni che passavano per la Slovenia (quindi, molti li hanno visti recentemente)  mentre gli Zebrahead, per l’appunto, in Europa non hanno tantissimi fan. Ed è un peccato, perchè la band suona benissimo e nei live riesce a dare il meglio di sé. Inoltre, la band può pescare da una decina di dischi almeno 2 hit per album, cosa che rende un live molto corposo e carico. Dove potete trovare una band che da sola si può permettere di iniziare il proprio live con “Hell Yeah!”,


 per poi continuare a macinare con “Save Your Breath” (song dell’ultimo album), “Call Your Friends”,
 “Worse than This“ (sempre dell’ultimo disco), “Hello Tomorrow”,

 “Postcard From Hell”, “Mental Health”, “Playmate of the Year”, 


“Rescue Me” 

e altre ancora?
Non mi credete, ecco qui che setlist hanno proposto.
E difatti, nonostante le poche persone, il pubblico ha risposto benissimo con circle pit, cantando le canzoni e facendo capire alla band che, anche se non si trovavano in un’arena a Tokyo, hanno anche qualche fan in Slovenia.

Zebrahead

sabato 14 novembre 2015

Recensione: Diabolik Dk

Avevo tanta curiosità per Dk, una miniserie che introduce una rivisitazione al personaggio di Diabolik.


Tutto parte da un semplice fatto: e se le sorelle Giussani, invece che alla fuilletyon francese, si fossero ispirate ai personaggi Marvel e Dc per creare Diabolik?

La risposta arriva ora, per opera di Mario Gomboli e Tito Faraci (rispettivamente soggetto e sceneggiatura) coadiuvati dai disegni di Giuseppe Palumbo. La copertina invece, è eseguita da Matteo Buffagni (e lo saranno anche le prossime, tutte cover pittoriche ad olio).
La storia che viene presentata riporta piccole e grandi differenze rispetto quelle a cui ci ha abituato Astorina. In primo luogo Diabolik non è conosciuto, non si conosce il suo volto, la polizia a parte l’ispettore (non lo hanno ancora chiamato Ginko), non crede che in tutte le azioni descritte nella storia siano fatte da un’unica persona.
Al momento Diabolik agisce solo, non è stata ancora inserita una nuova Eva Kant.

Come si può valutare un albo simile? Ragionando come si è fatto con il mondo Ultimate della Marvel.
Cosa si pensava degli esordi nel 2000 di Ultimate Spider Man? Come è stata la prima impressione nel leggere quel nuovo Peter Parker?

Ecco, io mi trovo in quella situazione che ho vissuto una quindicina di anni fa. Sono interessato a questa nuovo Diabolik ma temo che, con l’andare avanti della lettura, rimanga deluso.

Quindi? Come si fa? Si fa che leggeremo questa miniserie di 4 numeri e, solamente letti tuti e 4, avrò un’idea di come potrà essere questo esperimento, se positivo o negativo.
Di sicuro, tralasciando il mio singolo giudizio, Astorina ha fatto benissimo a proporre questa nuova versione, sia per attirare nuovi lettori (magari di giovane età), sia per poter presentare un prodotto vendibile all’estero.


Fantasticando: un autore che vedrei benissimo su questo DK? Mark Millar, che con una storia divisa in 5-6 episodi riuscirebbe a creare un fumetto capace di finire su pellicola. Perché diciamocelo, quanto sarebbe figo un film stile Kick Ass di Diabolik?

Convergence Dc Comics

In attesa di passare in fumetteria per acquistare Secret Wars (varrà tanto l’attesa? E’ dai tempi di Civil War che l’attesa non vale nulla) mi leggo il megavento Dc, Convergence.
Come al solito, grazie al titolare dei diritti Dc in Italia, gli eventi non Marvel passano tutti in secondo piano, ed è un peccato, perché la qualità è tanta.


Se i fumetti Dc fossero famosi quanto quelli Marvel, forse solo i film Disney avrebbero portato l’ago della bilancia vero i personaggi di Stan Lee. E questo solamente negli ultimi anni e con frotte di lettori nuovi, che fino a poco prima erano esterni al mondo dei fumetti di supereroi.
Convergence si lega a Multiversity (saga che descrive tutti i nuovi 52 mondi Dc, dopo il Reboot del 2011 e Flashpoint) e ad altre famose saghe quali Ora Zero e Kingdome Come.
Non vi preoccupate, non siete obbligati a leggere nulla di tutte queste saghe per avere una comprensione di Convergence.
La storia inizia con Superman in un angolo remoto della realtà, fuori dallo spazio e dal tempo.
E questo sarà il tema principale: cosa succede se eliminiamo a 52 universi (ovvero tutti gli universi Dc) sia lo spazio che il tempo? Cosa succede se un’entità esterna a tutto e a tutti decide di far lottare tutti e 52 i mondi per farne sopravvivere uno solo? Come si comporteranno le varie “versioni” dei supereroi dc dei 52 pianeti?
E chi, oltre al Superman della terra a noi nota, ha portato gli eroi della linea temporale che lotta costantemente contro Apokolips (terra 23)? Che ruolo avrà Dick Grayson e l’avatar del rosso Yolanda Montez?
Queste sono le domande, che ti lascia la lettura di Convergence 1. Una lettura veloce,  impostata da un’ottima tra a e da disegni belli e dinamici.


Il numero 1 di Convergence raccoglie i primi 3 capitoli USA e l’albo costa 4.95 euro.
E’ tanto? E’ poco per una miniserie? Sicuramente il prezzo è altino (si fa sempre il paragone con Marvel Miniserie, poco cosa farci) ma, almeno non hai 48 misere paginette, dove molte volte la storia in appunto, 48 pagine, non smuove nulla di interessante (ve ne siete mai accorti? I mega eventi Marvel invece che 12 numeri potrebbero durare al massimo 8…).
Il mio consiglio? Convergence è da leggere, assolutamente.

Link utili:
Per avere un’idea del nuovo Multiverse, ecco qui mappa interattiva e descrizione di ogni terra dalla 0 alla numero 51.



Qua sotto invece:
link e lista di come, oltre alla serie principale, si strutturerà la pubblicazione dei tie in sulle testate Lion. Molte cose sono inedite ed è un peccato per i “completisti”.
Io che lo sono, mi accontento della saga principale e di quello che finirà su Flash e Btaman, uniche serie Lion che prendo ogni mese.

ACTION COMICS = Superman N.44
ADVENTURES OF SUPERMAN = Inedita al momento
AQUAMAN = Inedita al momento
BATGIRL = Inedita al momento
BATMAN & ROBIN = Batman Day Special
BATMAN AND THE OUTSIDERS = Batman N.43-44
BATMAN: SHADOW OF THE BAT = Batman N.43
BLUE BEETLE = Inedita al momento
BOOSTER GOLD = Inedita al momento
CATWOMAN = Catwoman Vol.12
CRIME SYNDICATE = Inedita al momento
DETECTIVE COMICS = Batman N.44
GREEN ARROW = Freccia Verde N.0
GREEN LANTERN CORPS = Sinestro N.13
GREEN LANTERN/PARALLAX = Lanterna Verde N.44
HARLEY QUINN = Batman: Il Cavaliere Oscuro N.38
HAWKMAN = Inedita al momento
INFINITY INC. = Inedita al momento
JUSTICE LEAGUE = Justice League N.43
JUSTICE LEAGUE AMERICA = Justice League America N.24-25
JUSTICE LEAGUE INTERNATIONAL = Justice League N.44
JUSTICE SOCIETY OF AMERICA = Inedita al momento
NIGHTWING/ORACLE = Catwoman Vol.12
PLASTIC MAN AND THE FREEDOM FIGHTERS = Inedita al momento
QUESTION = Constantine N.23
SHAZAM = Justice League N.44
SPEED FORCE = Flash Christmas Special 2015
SUICIDE SQUAD = Inedita al momento
SUPERBOY = Inedita al momento
SUPERBOY AND THE LEGION OF SUPER-HEROES = Inedita al momento
SUPERGIRL: MATRIX = Inedita al momento
SUPERMAN = Inedita al momento
SUPERMAN: MAN OF STEEL = Inedita al momento
SWAMP THING = Constantine N.23
THE ATOM = Inedita al momento
THE FLASH = Flash/Wonder Woman N.25-26
NEW TEEN TITANS = Giovani Titani N.20
THE TITANS = Giovani Titani/Cappuccio Rosso N.19-20
WONDER WOMAN = Flash/Wonder Woman N.25-26
WORLD’S FINEST COMICS = Inedita al momento

mercoledì 4 novembre 2015

Recensione: Morgan Lost

Con un po’ di ritardo, anche io ho letto il numero 1 della nuova serie Bonelli, Morgan Lost.
Di sicuro Bonelli punta molto su questa nuova serie, soprattutto dopo essersi scottata con Saguaro e la delusione sul reboot di Dylan Dog (che ha fregato pure me, anche se all’inizio ne ero rimasto folgorato. Tutto si è spento in pochi mesi…).
Morgan Lost è un fumetto scritto dal bravo Claudio Chiaverotti, famoso per il suo Brendon e per diverse storie di Dylan Dog. Ai disegni, almeno per questo numero, abbiamo Michele Rubini. Le copertine invece, sono affidate a Fabrizio de Tommaso.


Morgan Lost è un cacciatore di taglie e vive a New Heliopolis, in un mondo noir collocato temporalmente negli anni ‘50 del secolo scorso. A causa di una forma acuta di daltonismo del protagonista, tutte le vignette sono in scala di grigi con vari dettagli solo di colore rosso. Per l’ambientazione e questa scelta cromatica, penso che Chiaverotti abbia tratto ispirazione anche dal bellissimo Sin City di Frank Miller.
La storia mostra già parte del passato del protagonista, impegnato nella ricerca di vari killer, e alla presentazione dei personaggi di contorno. Stranamente non ci sono assistenti buffi stile il Groucho Marx di Dyaln Dog o il Cico di Zagor. Insomma, Morgan Lost lavora da solo e non ha bisogno di spalle.
La storia procede leggera e divertente in tute le sue pagine e, finito il volumetto, rimani con un po’ di curiosità su come sarà il numero 2.
Di sicuro più intrigante di Saguaro (il numero 1 non mi convinse per nulla) e di Adam Wild (bello sì, ma troppo legato alla tradizione Bonelli). Quindi, a fronte di queste mie impressioni, vedrò di andare avanti con qualche lettura e magari, potrà risultare molto più bello di Lukas, che al momento è la serie più bella prodotta da Bonelli tra gli ultimi arrivi. Leggete Lukas vero?

martedì 3 novembre 2015

Kung Fu Records

Dici case discografiche Punk Rock e ti viene subito in mente la Fat Records o la Epitaph Records. Grandi etichette che hanno invaso il mondo di ottime band punk.
Ma oltre a queste due etichette io penso sempre ad una terza, la Kung Fu Records.

Etichetta californiana, la Kung Fu è di proprietà di Joe Escalante e Warren Fitzgerald, rispettivamente bassista e chitarrista dei Vandals.
Anni fa, acquistai una compilations della Kung Fu, dove scoprii diverse band.


Di queste (e altre) band ne parlo qui sotto, con una veloce lista di band che sono uscite sotto Kung Fu:

Bigwig: visti una decina di anni fa in compagnia dei Vandals, la band suona un punk molto veloce e tecniche con riff di chitarra quasi metal. Dischi come “Stay Asleep” e “Invitation to the Tragedy” sono da avere.





Ataris: ne abbiamo parlato ampiamente qui. Sicuramente i loro migliori dischi sono usciti per Kung Fu. Consigliatissimo il lori primo disco, "Anywhere But Here".



Tsunami Bomb: band sciolta ormai da una decina di anni, ha fatto anche lei qualche buon dischetto. Un po’ sottotono rispetto altre band del rooster, ma un ascolto è bene darlo.




Vandals: ovviamente anche i Vandals escono per Kung Fu. Band simpatica e solare, hanno fatto del punk il loro miglior mezzo di divertimento.


Useless ID: i primi album della famosa band israeliana sono usciti per Kung Fu.
Il migliore è sicuramente “Bad Story, Happy Ending” e lo split con gli Ataris.


Blink 182: ebbene, sì, anche i Blink, poco prima di sfondare, sono usciti per Kung Fu.
Tramite loro hanno viste la luce canzoni fiche tipo "Josie", per intendersi.



Altre band di cui si può sentire qualcosa:
-Assorted Jelly Beans
-Antifreeze
-Audio Karate

lunedì 2 novembre 2015

Annunci Marvel e Dc a Lucca Comics & Games 2015

Lucca Comics & Games 2015 è terminata.
Quindi è il momento di vedere gli annunci delle case editrici per quanto riguarda i miei interessi, ovvero i fumetti dei supereroi.
Quindi piccola ricerca sui portali Panini e Lion ed ecco qua cosa dicono. Anzi ve lo riassumo io, ben poco.
A parte la riedizione di OMAC di Kirby per conto e i volumi con la Saga del Clone per la Marvel, ci sono pochissime novità. Anzi molte cose si sapevano già da Romics.
Qua sotto gli annunci, prima quello Panini / Marvel poi quello Lion / Dc.


P.S. la Saga del Clone… ma vi prego! Un insuccesso che, pompato a dovere dalla pubblicità, verrà mostrato come un corso geniale. E no miei cari… io di quello salvo solo la fantastica run di Jurgens e dello Spider man Ben Reilly.






Qui la fonte originale
L'universo Marvel è ufficialmente finito, e le esequie sono appena terminate nella SI5 - Sala Chiesa di S. Giovanni, davanti a un'enorme platea di veri credenti! Ma non sperate di avere il tempo per piangere perché dalla morte dalle ceneri del Marvel Universe sta per prendere forma una nuova realtà.

Alla fine, resta solo... SECRET WARS!

Come? Quando? Non ballate sulle sedie perché stiamo per rivelarvi tutto quello che i nostri editor hanno appena raccontato al pubblico di Lucca Comics & Games!

- Si comincia con... la fine! Gli ultimi due mesi dell'anno chiuderanno un ciclo, cominciato nel 1962, e lo faranno anovembre con SECRET WARS 0, disponibile in anteprima al PalaPanini (correte a trovarci!) e AVENGERS 29 e adicembre, con SUPERIOR IRON MAN E NEW AVENGERS 6, uno speciale da 64 pagine che segnerà l'arrivo dei...
- ...primi due numeri di SECRET WARS, la miniserie che farà da spina dorsale alla nuova realtà in cui tutto quanto cambierà e che vedrà la luce a gennaio. I 18 mensilida edicola cambieranno contenuti. Gli ultimi giorni degli eroi Marvel verranno ospitati in 2 serie, e altre 2 partiranno da zero, mentre le migliori miniserie legate a SECRET WARS verranno ospitate all'interno di 5 collane ombrello.

Fine. O no? Volete anche i dettagli?
D'accordo...

- La squadra di Vendicatori tutta al femminile di A-Force, i super intrighi di Squadron Sinister e il west in salsa Marvel di 1872 saranno sul mensile da 80 pagineAVENGERS PRESENTA A-FORCE.
- CAP PRESENTA HAIL HYDRA nelle sue 48 pagine vi porterà assieme a Nomad in un mondo in cui gridare Hail Hydra è consuetudine, e sviscererà la leggenda diRed Skull.
- Gli asgardiani saranno protagonisti assoluti nelle 48 pagine di THOR PRESENTA THORS, lungo le quali conosceremo il corpo galattico dei Thors e seguiremo le ultime avventure di Loki, Agent of Asgard nel Marvel Universe.
- Su IRON MAN PRESENTA CIVIL WAR (48 pagine) sarà ancora una volta guerra civile, mentre gli abitanti di Tecnopoli dovranno affrontare le loro Armor Wars.
- Lo stesso mese la casata di M salirà ancora una volta al potere su INCREDIBILI AVENGERS PRESENTA HOUSE OF M (80 pagine), che ospiterà anche le avventure dei nuovi Runaways e le ultime storie di Ms. Marvel nel vecchio universo.
- Il vostro amichevole quindicinale ragnesco di quartiere cambierà pelle prendendo il nome di SPIDER-MAN PRESENTA RINNOVARE LE PROMESSE, nel quale Peter sarà ancora una volta sposato e... papà! In più, tutti i ragni del Ragno-Verse, l'acclamato ritorno di Spider Island, un salto nelle Secret Wars 2099 e gli ultimi giorni di Silk.
- DEADPOOL PRESENTA MRS. DEADPOOL E I TERRIBILI HOWLING COMMANDOS ci riporterà all'epoca della prima Secret Wars, il cui epilogo sarà però leggermente diverso... nel presente Shiklah sarà invece alla guida di una squadra di Howling Commandos interamente formata da mostri!
- A febbraio sarà il turno di DEVIL PRESENTA IL MAESTRO DEL KUNG FU, mensile da 80 pagine che ospiterà la sfida tra i Master of Kung Fu per la conquista di K’un-Lun e lo scontro all'ultimo miglio infuocato tra tutti i Ghost Racers.
- Su FANTASTICI QUATTRO PRESENTA L’ASCESA DI ATTILAN (48 pagine) gli Inumani affronteranno la ribellione in Attila Rising e Silver Surfer vivrà i suoi ultimi giorni nel Marvel Universe.
- Sul mensile gamma per eccellenza rivivranno due grandi saghe del passato.HULK PRESENTA PLANET HULK vi porterà nelle Terre Verdi, dove Steve Rogers e il suo fedele dinosauro ne vedranno delle belle, e nel regno di Dystopia, dove il Maestro è ancora lo spietato dittatore di Future Imperfect.
- Su ROCKET RACCOON PRESENTA IL GUANTO DELL’INFINITO, partirà ancora una volta la ricerca delle potenti gemme, mentre Star-Lord & Kitty Pride... be', non avrebbero forse dovuto sposarsi?
- I Guardiani di Ovunque debuteranno su GUARDIANI DELLA GALASSIA PRESENTA GUARDIANI DI OVUNQUE, condividendo 48 pagine mensili con la nuova Korvac Saga.
- Nel mensile da 80 pagine INCREDIBILI X-MEN PRESENTA ANNI DI UN FUTURO PASSATO torneremo indietro al futuro in cui l'odio contri i mutanti ha vinto, e il destino di un'intera razza è nelle mani di una Pride, ma vedremo anche cosa sarebbe successo se gli X-Men di E Is For Extinction fossero arrivati fino ai giorni nostri, e vivremo gli ultimi giorni del potente Megneto.
- L'estinzione sarà argomento anche di I NUOVISSIMI X-MEN PRESENTA PROGRAMMA EXTINZIONE (80 pagine), che oltre alla miniserie disegnata daCarmine Di Giandomenico ospiterà anche il ritorno di Age of Apocalypse e la difesa dello Scudo da parte di Abigail Brand in Siege.
- Zio Logan terrà banco su WOLVERINE PRESENTA VECCHIO LOGAN (48 pagine), che esplorerà i segreti dei reami di Battleworld.
- Anche X-MEN DELUXE PRESENTA si sposterà su Battleworld per riportarci a gennaio nel mezzo dell'Inferno e a marzo nel periodo d'oro degli X-Men, il '92!
- Da febbraio, ogni due mesi, ULTIMATE COMICS PRESENTA ULTIMATE ENDriunirà gli eroi di Terra-616 e Terra-1610 per risolvere il mistero di Battleworld, o per darsi ancora una volta battaglia...
- Il bimestrale di Angela diventerò a febbraio ANGELA PRESENTA 1602 e si sposta nel medioevo, a caccia di streghe!
- Cinque speciali da edicola saranno dedicati alle miniserie AvX: Giant-Size Little Marvel e Captain Marvel & The Carol Corps, a marzo, Where Monsters Dwell diGarth Ennis, ad aprile, Weirdworld, a maggio, e M.O.D.O.K. Assassin a giugno.
- Infine, l'orda di Marvel Zombies invaderà AGE OF ULTRON VS. MARVEL ZOMBIES, mensile brossurato da 48 pagine che partirà a gennaio!
- Mettiamo un piede fuori da Battleworld per tre miniserie da edicola che si muovo al di fuori del maxi evento. A gennaio il Nuovissimo Capitan America, Spider-Man e gli Inumani si incontreranno nello speciale L'ERRORE INUMANO, di Jeff Loveness eLuca Pizzari. Mike Costa e Carmine Di Giandomenico ci racconteranno una storia fuori continuity degli Avengers a febbraio in AVENGERS MILLENIUM e lo stesso mese il grande Jim Starling farà scontrare il folle Titano con il Hulk nello speciale autonconclusivo THANOS VS. HULK.
- Per festeggiare i cinquant'anni dello S.H.I.E.L.D. a marzo uscirà uno speciale da edicola con storie one-shot sugli agenti protagonisti della serie tv, scritti e disegnati da alcune delle penne più famose del comicdom.
- Sembre in tema di anniversari, in occasione del decennale di CIVIL WAR la storica miniserie di Mark Millar e Steve McNiven tornerà in edicola con 4 numeri quindicinali da 48 pagine.
- Ora che Occhio di Falco di Matt Fraction e David Aja ha finalmente visto la sua giusta conclusione è arrivato il momento di leggere le avventure de IL NUOVISSIMO OCCHIO DI FALCO, scritte e disegnate dai canadesi Jeff Lemire eRamon Perez, in un bimestrale di 48 pagine che uscirà in edicola a partire dagennaio.
- L'avete richiesta a gran voce e finalmente è arrivata come protagonista assoluta di un bimestrale da 48 pagine! SPIDER-GWEN comincerà a tessere le sue tele dafebbraio, in tutte le edicole!
- Le Marvel Now Collection proseguono la loro corsa a gennaio con l'arrivo della saga Infinity, che monopolizzerà il secondo volume di NEW AVENGERS, a gennaio, il quarto di AVENGERS, a febbraio, e naturalmente il volume dedicato alla miniserie portante che si intitolerà semplicemente INFINITY e uscirà a gennaio.
- A grande richiesta tre nuove serie entreranno a far parte della Marvel Now Collection. Stiamo parlando di DEADPOOL, il cui primo volume uscirà a marzo,DAREDEVIL, con la run di Mark Waid e Chris Samnee che inizierà ad aprile, e lafans' favourite MS. MARVEL, la cui corsa comincerà a maggio.
- La Marvel Now Collection non è fatta solo ristampe ma anche di grandi inediti, che si aricchiscono a febbraio con il secondo volume di BUCKY BARNES: WINTER SOLDIER, a marzo con il debutto di HOWARD IL PAPERO seguito a maggiodell'irriverente primo volume de L'IMBATTIBILE SQUIRREL GIRL.
- A maggio un nuovo colore si aggiungerà al complesso affresco di Jeph Loeb eTim Sale dedicato ai grandi eroi Marvel. Si tratta di CAPITAN AMERICA: WHITE, che chiuderà dopo quindici anni la quadrilogia del colore con un prestigioso volume cartonato di grande formato.
- Dopo trent’anni di assenza dagli scaffali, a gennaio torna finalmente in libreriaKILLRAVEN, il capolavoro di Don McGregor e P. Craig Russel. Una storia sospesa tra fantascienza, lirismo e supereroi che ha ridefinito il genere, in una nuovissima edizione restaurata e ricca di extra.
- Altri tre grandi classici riceveranno il prestigioso trattamento dell'edizione ingrande formato. Ad aprile il più grande segreto della storia mutante esploderà sulle pagine di X-MEN: GENESI LETALE, a maggio torneranno LE AVVENTURE DI CICLOPE E FENICE mentre GLI ETERNI di Jack Kirby vivranno nuovamente aluglio in una nuova edizione!
- Anche al DAREDEVIL COLLECTION prosegue con regolarità a gennaio con il volume PADRE, a marzo con BATTLIN’ JACK MURDOCK e ad aprile con il volume che vedrà il Diavolo Rosso CONTRO PUNISHER.

One More Thing. L’avete chiesta.L’avete voluta. Venti anni dopo, ritorna.
La saga del clone

BATMAN IL CAVALIERE OSCURO si trasforma. Sarà mensile, costerà solo € 3,95 e avrà 72 pagine a colori. Oltre a vari annual e special di Batman, arriveranno Catwoman di Genevieve Valentine & David Messina e We are Robin di Lee Bermejo, Jorge Corona, Khary Randolph, Rob Haynes (e in seguito arriverà anche Carmine Di Giandomenico). Più in là, Batman Il Cavaliere Oscuro presenterà la nuova serie fondamentale per la continuity di Gotham City: Batman and Robin Eternal di Tony Daniel.
Nel mensile dedicato alla creatura di Jerry Siegel e Joe Shuster, dopo la conferma della bontà del nuovo scrittore di SUPERMAN Gene Luen Yang che si sta cimentando in un meraviglioso American Born Kryptonian, arriva la mini Harley Quinn/Power Girl. Gli autori delle storie più divertenti di Harley Quinn, Jimmy Palmiotti, Amanda Conner (con Justin Gray) & Stephen Roux, si cimentano in una tragicommedia capace di prendersi gioco della quasi totalità della sci-fi americana!
Alla JUSTICE LEAGUE impegnata con la ‘Guerra di Darkseid’ di Geoff Johns & Jason Fabok e al dramma di Earth 2: Society di Daniel H. Wilson e dell’astro nascente Jorge Jimenez si aggiunge ilCyborg di David F. Walker e del beniamino Ivan Reis. Dopo Aquaman e Multiversity, l’asso brasiliano tornerà a occuparsi nuovamente di un Leaguer.
Arriva nel mensile di LANTERNA VERDE un’altra proposta cosmica: l’attesissima e divertentissimaStarfire. Il team di Harley Quinn, Jimmy Palmiotti & Amanda Conner, porteranno il loro straordinario umorismo, stavolta in compagnia delle matite di Emanuela Lupacchino, mai così sensuali. GIOVANI TITANI, come sapete, passa a 96 pagine e andrà a presentare, oltre agli evergreen Teen Titans eDeathstroke, i nuovi serial di Red Hood/Arsenal di Scott Lobdell & Denis Medri e soprattutto il capolavoro DC-U dell’anno: Robin Son of Batman, romanzo epic fantasy di Pat Gleason!
Dopo Convergence partirà il DC-YOU e arriva Prez! Con la prima miniserie di Mark Russell & Ben Caldwell, una proposta che è in grado di parlare a un nuovo pubblico e che siamo sicuri i più attenti tra i fan DC Comics/VERTIGO non si lasceranno sfuggire. Fate il tifo per la prima presidente adolescente degli Stati Uniti: Beth Ross! Una delle sorprese dell’anno è stata senza dubbio, il nuovo Dottor Fatedel redivivo Paul Levitz con Sonny Liew. L’accoppiata maestro decano dei comics (Paul Levitz era fino a poco tempo il Presidente della DC!) con lo stimato artista underground malesiano ha dato vita a un qualcosa che non si era mai visto prima! Un approccio VERTIGO ai supereroi senza togliere spazio alla tradizione.

Sul versante ristampe, abbiamo deciso di rendere disponibili in volume altre gloriose Leggende del Cavaliere Oscuro con autori quali John Ostrander, Tony Harris e Ariel Olivetti che ancora oggi sono tra i maestri del fumetto americano. Anche Batman Fantasmi di Sam Kieth riceverà, come altre bat-opere del maestro americano famoso per The Maxx, l’onore di una edizione cartonata! Ma la vera notizia, la superbomba è la pubblicazione, a pochi mesi di distanza dall’America, del prequel delRITORNO DEL CAVALIERE OSCURO di Frank Miller, Brian Azzarello, John Romita JR. John Romita Jrtorna a disegnare Batman dopo lo scontro tra il Crociato Incappucciato e Frank Castle di qualche anno fa. 48 pagine al fulmicotone scritte da Frank Miller & Brian Azzarello (stesso team creativo dell’imminente DKIII: Razza padrona). Con questo prequel vogliamo celebrare i trenta anni del capolavoro più capolavoro 100% americano del fumetto di ogni tempo. Non vedete l’ora, vero?
Ora che ci siamo tutti calmati è tempo di pensare alle nostre più o meno dolci metà! Per festeggiare il San Valentino a Febbraio avremo due uscite speciali targate Harley Quinn. L’Harley Quinn/Joker special di Judd Winick e Joe Chiodo nelle migliori fumetterie e la storia Harley Quinn St. Valentine special (la troverete su SUICIDE SQUAD/HARLEY QUINN n.10 in fumetteria ed edicola).
Per quanto riguardo i classici DC COMICS, a breve tornerà disponibile il capolavoro di Jack KirbyO.M.A.C. finalmente nel formato originale e completamente a colori. Sul fronte VERTIGO, oltre a John Constantine C’era una volta Fables, da gennaio troverete un altro serial nelle migliori edicole e fumetterie nel classico formato all’italiana, LOSERS di Andy Diggle & Jock! Raggiungono la conclusione due serie che ci accompagnano dall’inizio della nostra avventura Unwritten di Mike Carey & Peter Gross e 100 Bullets di Brian Azzarello & Eduardo Risso, mentre parte una delle proposte più attese dai fan: Suiciders di Lee Bermejo. Ultraviolenza e disegni da urlo per la prima opera interamente scritta e disegnata dal prodigioso talento di Lee, uno dei più importanti illustratori che abbiamo attualmente in Italia.