mercoledì 17 febbraio 2016

Le future edizioni Marvel Italia, Bonelli, Dc e altro ancora!

In questi giorni trovi diverse notizie, su come si svilupperanno per diversi editori le uscite dei loro fumetti nei prossimi mesi.

La Panini Comics del post Secret Wars rinnoverà tutto il suo parco testate.
Ci saranno nuovi quindicinali e alcuni personaggi, quali i mutanti o i Fantastici quattro, finiranno nel limbo, concludendo la pubblicazione di cosa ancora è inedito in Italia.

Qui tutte le info del caso.

 Preoccupa, e non poco, il puntare sui personaggi solo per i successi ai botteghini del cinema (Deadpool???) oppure per la scelta di nomi altisonanti delle testate quali il "Fichissimo Hulk".
Di sicuro Panini, obbligata ovviamente delle produzioni USA, cercherà sempre di più di fare testate "mordi e fuggi", dove si punterà al personaggio del momento e si cercherà di rinnovare sempre il parco di lettori, dove quelli che abbandoneranno le serie, stufi dopo l’abbuffata iniziale, verranno sostituiti dalle nuove leve.
Scomparirà così una tipologia quasi unica nel mondo, ovvero quella del lettore di fumetti italiano, quello che ha sempre letto quei determinati personaggi e le loro storie per anni e anni.
Ormai tutti i lettori sopra i 25 anni si troveranno con personaggi irriconoscibili, mentre i 18 enni non saranno attirati dalle storie proposte in quanto troppo fanciullesche. Questa attrazione, invece, sarà valida per i ragazzi delle scuole medie, pubblico facilmente volubile ed intercambiabile tra un film al cinema e l'altro.



Triste la notizie invece che J Pop ha perso i diritti di pubblicare i manga della Kodansha. Insomma, che fine farà Billy Bat di Naoki Urasawa? Ci sarà qualche editore coraggioso che lo riprenderà dove è stato interrotto? Oppure verrà fatta una nuova serie per puntare a nuovi lettori?




Incuriosisce invece la Bonelli che lancia la sua prima miniserie da fumetteria (con copertina variant) ed edicola: UT di Corrado Roi e Paola barbato. Questa è una cosa che mi garba molto. In genere le miniserie Bonelli sono molto interessanti.



Fa invece paura il nuovo reboot della DC Comics. Se il New 52 era iniziato con il botto, dopo 5 anni ormai non si riescono più a sfornare storie interessanti. Se la qualità è sicuramente superiore alla Marvel ed indirizzata ad un pubblico più variegato anagraficamente, c’è da dire che alcuni personaggi sono ormai troppo vecchi per poter avere sempre ottime storie. Superman è un personaggio che ormai ha poco da dire. Batman regge ancora, mentre nel sottobosco –giusto per citare i personaggi più famosi-  la ripetitività di Lanterna Verde, di Aquaman ed i cali qualitativi di Wonder Woman e Flash, sono evidenti.
Con questo Rebirth, non so sinceramente cosa voglia fare la DC. Anche perchè la direzione è in mano alla stesse persone che hanno lanciato in New 52.



Nessun commento:

Posta un commento